sicurezza dati

DLP (Data Loss Prevention): importanza, significato e utilizzi

Data Loss Prevention: che cos’è?

Quella della Data Loss Prevention (DLP) è una vera e propria strategia informatica che permette di assicurarsi che gli utilizzatori di un terminale non possano inviare, volontariamente o involontariamente, dati sensibili ed informazioni critiche all’esterno della propria azienda, ufficio o altro ambiente riservato. La garanzia della sicurezza dei sistemi DLP si basa su una serie di tecniche e software che permettono l’individuazione di qualsiasi tipologia di dato, sia esso in uso, in movimento o in archivio, e il blocco di qualsiasi tentativo di copia non autorizzata di questo tipo di dato, nè tramite endpoint, né tramite rete o cloud.

Come si può immaginare, questo significa che attivare programmi di Data Loss Prevention nei sistemi informatici aziendali, garantisce contro la perdita di dati, siano essi dovuti ad hacker, siano essi dovuti ad errore umano. Bisogna infatti specificare che, nonostante la paura della pirateria informatica aziendale sia più che giustificata, sono soprattutto gli errori umani che causano il maggior numero di perdita di dati aziendali. Proprio per questo motivo, è importante specificare che i sistemi DLP non sono prerogativa unica delle grandi aziende, ma vengono molto utilizzati ed apprezzati anche da professionisti che lavorano in proprio, come ad esempio docenti, ricercatori e tutto quel settore lavorativo che necessita di proteggere il proprio lavoro, frutto talvolta di anni di studio, ricerche e sperimentazioni, dalla possibilità di perdita o di furto.

Le differenti necessità di protezione, a seconda del tipo di dati e del tipo di lavoro, ha permesso alle aziende di produzione dei software DLP, di realizzare differenti prodotti, in grado di prevenire la perdita dei dati in maniera differente, a seconda dell’uso che si fa del computer e del tipo di informazioni ossia dei dati stessi. Si possono quindi distinguere sistemi di Data Loss Prevention di tipo standard, altri avanzati e alcuni altamente specifici e dotati di massima sicurezza, a garanzia di un elevata impenetrabilità.

sicurezza dati

Indipendentemente dal gradi di sicurezza, la maggior parte dei DLP lavora sempre su tutti i fronti possibili di attacco/perdita, ossia controlla e monitora sia i dati in movimento tramite endpoint, sia tramite rete che i dati in archivio: quello che cambia, a seconda dei software, è invece il grado di sicurezza. Inoltre, va specificato che alla base delle soluzioni Data Loss Prevention ci sono tutte le tecniche che permettono di identificare e catalogare le informazioni, ossia i dati, il cui utilizzo deve essere autorizzato. A seconda del tipo di software utilizzato e delle necessità poi, come già accennato, si possono avere differenti livelli di sicurezza, ossia di possono utilizzare metodologie di analisi e crittografie più o meno avanzate che permettono ai dati di essere protetti in maniera parziale o totale.

Sicurezza dei dati: come scegliere la propria soluzione Data Loss Prevention

Scegliere un sistema di DLP che garantisca la massima sicurezza contro la perdita o il furto di dati aziendali è fondamentale per poter lavorare in piena serenità, ma anche per potersi considerare veri professionisti, in grado di assicurare alla clientela sempre la massima operatività. Tuttavia, non sempre tale scelta è facile da effettuare, soprattutto quando non si sia esperti del settore e non si abbiano tutte le informazioni necessarie per comprendere le differenze tra le varie soluzioni DLP.

Per questo motivo, Partner Data, azienda che da oltre trent’anni è in prima linea nella lotta alla pirateria del software, va incontro alla propria clientela affiancandola nella scelta dei più avanzati sistemi di protezione dati. Partner Data, infatti, distribuisce alcune delle soluzioni informatiche più avanzate presenti oggi sul mercato ed assicura la massima assistenza ai clienti non solo durante la fase di scelta, ma anche durante l’installazione dei software e il successivo utilizzo. Tutte le informazioni sulle attività dell’azienda, sia nel settore della protezione del software, sia del controllo accessi, della gestione delle vulnerabilità, della cifratura e di tutti gli elementi collegati a questi prodotti, possono essere facilmente visionate collegandosi al sito internet dell’azienda: www.partnerdata.it/sicurezzadeidati/

Per le soluzioni DLP, Partner Data propone un innovativo sistema di protezione, l’Endpoint Protector, progettato e sviluppato dall’azienda rumena Cososys che, dal 2004, opera esclusivamente nel campo della progettazione di soluzioni DLP. L’elevata specializzazione ha permesso a questa azienda di ottenere, per l’Endpoint Protector, la nomina per due anni consecutivi, 2014 e 2015, di soluzione Data Loss Prevention dell’Anno.

Sempre attenta ad offrire le migliori soluzioni e i prodotti più avanzati alla propria clientela, Partner Data ha scelto di distribuire proprio l’Enpoint Protector come soluzione DLP. Ma cosa rende questo sistema di protezione così particolare? Per prima cosa la sua ripartizione in quattro elementi principali che, a seconda delle necessità, possono operare insieme o singolarmente per garantire la giusta protezione ai propri dati. Inutile specificare che l’Endpoint Protector è compatibile con tutti i principali sistemi operativi, ossia Linux, Mac OSX e Windows ma va sottolineato che esso può essere utilizzato anche per il controllo della sicurezza dei dispositivi mobili sia con sistema operativo Android che iOS.

Gli elementi strutturali che caratterizzano il sistema DLP Endpoint Protector sono il Device Control, il Content Aware Protection, il Mobile Device Management e l’Enforced Encryption. Questi quattro elementi hanno caratteristiche e finalità differenti, ma cooperano per realizzare il massimo livello di protezione dei dati.

Il Device Control, ad esempio, ha come ruolo principale quello di controllare l’utilizzo di tutte le periferiche di massa, bloccando accessi non autorizzati anche tramite qualsiasi porta di comunicazione, sia fisica (S-ATA; USB) che di rete (WIFI). Il secondo elemento strutturale dell’Endpoint, ossia il Content Aware Protection, ha invece il compito di monitoraggio e protezione su tutti quegli elementi, ossia documenti, file e cartelle, che vengono classificati come sensibili e, quindi, da proteggere. La classificazione avviene tramite parola chiave o attraverso caratterizzazione in differenti tipologie. Indipendentemente dalla modalità di classificazione, in ogni caso, il Content Aware Protection ha lo scopo di bloccare qualsiasi tentativo di copia non autorizzata impedendone la trasmissione al di fuori dell’azienda, dell’ufficio o di qualsiasi altro perimetro definito. Per la protezione dei dati su dispositivi mobili e nel passaggio da computer a smartphone o tablet, l’Endpoint Protector utilizza un elemento strutturale denominato Mobile Device Management, compatibile sia con il sistema operativo Android che con iOS. Infine, il quarto elemento strutturale che caratterizza la soluzione DLP proposta da Partner Data è l’Enforces Encryption, che permette la gestione e il controllo dei dati cifrati sia su piattaforma Lincx, sia Mac, sia Windows e anche nei cloud.

Sicurezza dei dati informatici: la prevenzione prima di tutto

Nonostante negli ultimi anni si parli sempre più spesso di sicurezza dei dati informatici, non tutti comprendono l’importanza di dotarsi di sistemi di DLP. Spesso, infatti, si pensa alla protezione dei dati solo dopo aver subito una perdita dati, sia per distrazione, sia per errore, sia per pirateria informatica.

Partner Data suggerisce sempre, alla propria clientela, di munirsi quanto prima di soluzioni DLP per assicurare protezione non solo ai propri dati, ma soprattutto al proprio lavoro. Inoltre, Partner Data ricorda sempre che oggi, l’utilizzo massivo di rete e di cloud porta ad una maggiore probabilità di danneggiamento o perdita di file o cartelle: il cloud e la rete, infatti, pur garantendo la possibilità di conservare informazioni in ‘luoghi’ sempre facilmente accessibili da ogni postazione, incrementa anche la probabilità di insorgenza di problematiche di vario tipo. Per questo motivo, soluzioni DLP come Endpoint Protector sono fondamentali per garantire la massima sicurezza dei propri dati, soprattutto perché, a fronte di un elevata garanzia nel software di sicurezza, questo strumento è molto semplice ed intuitivo da utilizzare. Questo garantisce quindi, anche a quanti non siano esperti informatici, di poter utilizzare facilmente l’Endpoint Protector e, soprattutto di poter comprendere senza difficoltà come impostare i livelli di sicurezza e di comprendere i diversi report che restituiscono tutte le informazioni relative all’uso dei file e documenti contenuti nelle diverse cartelle, siano esse in archivio, in cloud o in passaggio tramite le varie porte.

Forte della propria esperienza trentennale, Partner Data offre alla propria clientela non solo una soluzione Data Loss Prevention di grande efficienza e tra le migliori presenti attualmente sul mercato, ma soprattutto garantisce un’assistenza continua a quanti abbiano necessità di installare un sistema DLP sul proprio terminale personale o aziendale. Per questo motivo, i tecnici di Partner Data garantiscono assistenza durante la fase di selezione dei sistemi di protezione per il proprio terminale, che possono essere semplici firewall o antivirus o più complessi sistemi di DLP, a seconda delle necessità. Ancora, Partner Data garantisce un’assistenza continua durante tutta la fase di installazione, offrendo corsi di aggiornamento continui per poter operare in piena autonomia e gestire le impostazioni di sicurezza a seconda delle differenti necessità, che possono variare di periodo in periodo. I clienti di Partner Data potranno, quindi, decidere di porre maggiore attenzione ai dati in archivio o a quelli in rete o ancora a quelli in movimento e, naturalmente, impostare il massimo controllo su ogni tipologia di file.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *