FTTS o FTTH?

La diffusione della fibra in Italia

Fibra ottica: caratteristiche e potenzialità

Quando si parla di fibra ottica, si pensa subito ad una connessione internet super veloce, ma non sempre si conoscono le caratteristiche di questo mezzo che sta rivoluzionando la modalità di utilizzo della rete.
Un cavo di fibra ottica è un insieme di filamenti dal diametro micrometrico, la cui composizione è quella della fibra di vetro o di polimeri plastici. I numerosi filamenti vengono mantenuti insieme da una guaina in gomma che li protegge e li isola da eventuali interferenze esterne. Attraverso i filamenti vetrosi vengono trasmessi impulsi luminosi, che si propagano ad elevata velocità grazie soprattutto alla struttura stessa dei filamenti.

Per quanto sottili, infatti, i filamenti di fibra ottica sono caratterizzati da due parti concentriche: una interna molto trasparente ed una seconda più esterna dalle caratteristiche riflettenti. La superficie riflettente permette alla luce di non essere dispersa durante il passaggio attraverso il filamento, potendo quindi mantenere elevata la sua velocità e permettendo il passaggio di un’elevata quantità di dati ed informazioni. Quantità che, invece, non sono riproducibili nei cavi normali dell’ADSL, ossia i classici doppini telefonici, in cui la trasmissione dati è di tipo elettrico, quindi necessariamente più lenta degli impulsi luminosi e anche maggiormente soggetta ad interferenze elettromagnetiche esterne.

FTTS o FTTH?

La fibra ottica in Italia

Lo sviluppo della fibra ottica in Italia è ancora in fieri, visto che nonostante la semplicità di lavorazione, facilitata anche dalla leggerezza dei cavi che ne rende più semplice il trasporto e l’installazione, i costi per la rete sono ancora elevati. Tuttavia, le grandi città e le aree metropolitane sono già servite da connessioni ultra veloci in fibra ottica da parte dei diversi gestori telefonici. I prezzi di un abbonamento alla rete in fibra ottica sono variabili e dipendono soprattutto dal gestore, dal periodo, dalla presenza o meno di promozioni e dal tipo di collegamento, sia esso FTTS o FTTH. Per avere un’idea delle molte possibilità di abbonamento e di offerta si può visitare il sito www.sky.it, che chiarisce le diverse possibilità, i prezzi e i pacchetti più convenienti per quanti richiedono la fibra ottica.

FTTS o FTTH?

Come accennato precedentemente, esistono due diverse modalità di connessione alla fibra ottica, date dal fatto che non sempre la fibra riesce a raggiungere ogni località e ogni utente. Si parla di collegamento FTTS quando la fibra ottica non raggiunge direttamente il computer dell’abbonato, ma si ferma alla centralina più vicina.

Il collegamento dalla centralina all’utente, poi, avviene tramite doppino telefonico, ossia tramite linea ADSL classica. La terminologia FTTS, infatti, significa letteralmente Fiber To The Street, ossia Fibra fino alla Strada, ma non fino all’utenza.

Il collegamento FTTH, invece, assicura una connessione in fibra ottica fino al computer dell’utente, come definisce l’acronimo FTTH, ossia Fiber To The Home (Fibra fino a Casa). Naturalmente, il collegamento FTTH, non dovendo appoggiarsi ad una parte terminale su doppino in rame, risulta molto più efficace rispetto alla FTTS, per cui, per quanto possibile, è sempre da preferire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *