Corso Barman professionale a cura di FBS

Se siete cresciuti a cavallo degli anni 80 e 90, avrete sicuramente in mente un certo Brian Flanagan, che volteggia tra bicchieri e bottiglie nel film Cocktail. Il protagonista, interpretato da Tom Cruise, poco dopo aver lasciato un impiego presso l’esercito, accetta un lavoro come barman in un piccolo locale di New York. Impara subito il mestiere grazie ad un suo collega e poco dopo diventa ricco e famoso per aver inventato un nuovo cocktail… Tutto molto bello, peccato che nella realtà non sia così facile! Per diventare un barman professionista, infatti, sono necessarie attitudini e accortezze particolari, che meritano attenzione, pratica e allenamento, ma soprattutto vi verrà richiesto un attestato particolare che certifichi la partecipazione ad uno specifico corso: il corso barman.

Per seguire un corso barman di formazione professionale, la cosa migliore da fare è rivolgersi alle Federazioni o Associazioni. La scuola di Barman FBS con sede a Roma e Napoli, mette a disposizione i suoi corsi di formazione professionale, rilasciando a fine corso un attestato ufficiale riconosciuto FBS.

I corsi sono divisi per diverse tipologie di specializzazione.

Corso Bartender, Executive Bartender, Basic Flair, Advanced Flair, extreme Flair, Corso Carving, Corso Bar Chef, corso Mixologist, Corso Barman On-line. Per sapere tutto ciò che riguarda  le iscrizioni ai corsi, i costi, gli indirizzi delle sedi e quant’altro, il sito di FBS è a tua completa disposizione, completo di tutte le informazioni e i dettagli che ti serviranno per frequentare i corsi ed intraprendere in seguito la carriera di Barman.

Barman o Bartender?

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza e di capire la correlazione tra barman e bartender.
Linguisticamente parlando, le parole barista (italiano), barman (inglese britannico) e bartender (inglese americano), hanno tutte e tre lo stesso significato…
Ma dal normale barista al bartender c’è una grossa differenza! Per farvi un esempio, immaginate di entrare in un normale bar: se ordinate cornetto e cappuccino, colui che ve lo preparerà è detto barman! Oltre a questo sarà in grado di preparare i cocktail più consumati nel locale ma niente di più! Se invece state chiedendo un cocktail in discoteca o in un locale molto famoso nel centro di Milano, avete a che fare con un bartender. Il bartender è anche colui che inventa nuovi cocktail o rivisita cocktail tradizionali in chiave moderna. A volte potreste invece ritrovarvi davanti ad un flair bartender (chiamato anche solo flair). Lo riconoscerete dalle acrobazie che è in grado di compiere con bottiglie e shaker. I flair vengono spesso ingaggiati solo per eventi importanti e il loro compenso è equiparato al livello di spettacolarità: molto alto! Ovviamente per diventare bartender è necessario seguire il percorso spiegato di seguito.

Come si diventa barman?

È necessario intraprendere prima di tutto un corso barman e imparare tutte le tecniche (tradizionali e non) per preparare drink. Non c’è un limite d’età per intraprendere questa professione, ma i giovanissimi possono approfittare dei tanti istituti professionali per conseguire il diploma di scuola superiore proprio in questo settore.
In alcuni corsi vengono insegnate anche piccole tecniche di flair bartending, ma per diventare un vero e proprio flair è necessario intraprendere un’ulteriore corso, dopo aver conseguito il corso barman.
Di solito il corso barman viene suddiviso in diverse parti:

Metodologia innovativa: tecniche di versaggio tradizionale e studio di tutte le tecniche di preparazione, tecniche di vendita, regole di porzione, drink design e calcolo del drink cost.

Organizzazione: gestione magazzino, gestione e controllo dei costi e dei consumi, conoscenza delle attrezzature e merceologia di base.

Rapidità e pratica: prove pratiche per ogni argomento, approccio al flair bartending, simulazione reale del lavoro e preparazione di più drink contemporaneamente.

Corso barman uguale lavoro

Abbiamo visto cos’è e come si diventa un barman. Adesso è facile intuire che dopo aver intrapreso un corso barman, sarà più facile trovare lavoro. Le percentuali di chi trova lavoro, infatti, dopo uno di questi corsi sono davvero altissime: oltre il 90%.
Questo perché il barman moderno non si limita alla preparazione dei drink, come spesso si crede, ma cura tutti gli aspetti relativi alla zona bar e spesso viene assunto proprio per ricoprirne il ruolo di responsabile. Ma le possibilità sono infinite, perché dopo un corso barman sarà più semplice avviare un’attività di bar o un locale, grazie all’esperienza maturata nei locali convenzionati dalle scuole e all’affiancamento di professionisti del settore. Inoltre vi sarà più facile ottenere un prestito, perché le banche saranno più propense a concedervene uno, siete pur sempre una persona che ha investito sulla propria carriera, quindi più spronate al successo.
Insomma se la vostra passione è di lavorare nei locali più famosi e del mondo guadagnare molto, il primo passo da fare sarà quello di iniziare con un buon corso barman, ottenere l’attestato e poi fare tanta tanta pratica.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *